Menu Chiudi

Benvenuti sul sito della Fondazione Monasteri

2020/2021

Nel corso del nuovo anno vorremmo riflettere su

Perché vivono i monasteri

Chi avesse riflessioni ed esempi da rendere noti, ce li può inviare.

Quaresima 2021

TEMPO DI DIGIUNO

Ci imbattiamo oggi provvidenzialmente, come preparazione alla prossima Quaresima, nella CST 28, sul digiuno:

28 Il digiuno

Il digiuno monastico esprime l’umile condizione della creatura davanti a Dio, suscita nel cuore della monaca il desiderio spirituale e la rende partecipe della compassione di Cristo per le moltitudini degli affamati. Le sorelle osservino il digiuno quaresimale, il digiuno pasquale, e anche gli altri digiuni secondo le consuetudini dell’Ordine e le disposizioni della badessa.

ST 28.A
Il Mercoledì delle Ceneri e il Venerdì Santo, le sorelle a pranzo si accontentino di pane e acqua o di qualcosa di simile.

ST 28.B
Secondo la tradizione, tranne in caso di necessità, si osservi in qualunque tempo l’astinenza dalle carni.

ST 28.C
Se qualche sorella, ispirata dalla grazia di Dio, volesse digiunare di più, lo sottoponga alla propria badessa.

 

Prima di passare a rileggerci il commento di Madre Cristiana, osserviamo che quest’anno, grazie al covid, Siamo state costrette a digiunare:

  • dai nostri progetti anche buoni
  • dalle ristrutturazioni e lavori che ci proponevamo
  • da dialogo e incontri comunitari
  • anche da prolungati dialoghi personali
  • abbiamo avuto più tempo per pensare, leggere, pregare e per valutare le cose

Il digiuno che la salute ci permetterà sarà più moderato del solito. Non per questo trascureremo l’insegnamento dei Padri, molto attenti a questo punto.

Per San Gregorio Magno la gola è un peccato capitale e le sue figlie sono cinque, cioè: la sciocca allegria, la scurrilità, il multiloquio, l’impurità e l’ottusità della mente nell’intendere. Il suo insegnamento viene ripreso e sviluppato da Cassiano. (…)   (segue)

Ultimi articoli

Restiamo a disposizione degli aventi diritto sulle immagini pubblicate su questo sito, per le quali non ci è stato possibile risalire ai detentori del diritto d'Autore, per l'eventuale rimozione delle stesse se da loro richiesto.